I risultati di Bastia Umbra

Gli spadisti in gara a Bastia Umbra

Nei giorni 18/20 ottobre, gli Assoluti si sono cimentati nella prima prova di qualificazione nazionale della stagione in quel di Bastia Umbra. La Calabria ha partecipato con gli spadisti qualificatisi in occasione della prova regionale di Pianopoli ed il gruppo di sciabolatori del Circolo Scherma Lametino.

Proprio dalla sciabola è giunto il miglior risultato, quello di Alessandra Lucchino, 11^ classificata su 161. La campionessa lametina partiva dalla 16^ posizione del ranking, ed era esentata dal disputare la fase a gironi. Le dirette si sono susseguite agevoli fino all’incontro agli ottavi con Caterina Navarria che ha prevalso per due stoccate. Tra le compagne di sala solo Carla Alessi (93^) e Sofia Giovannone (120^) sono riuscite a passare la fase a gironi (dietro invece Chiara Gigliotti e Lorenza Tarsitano rispettivamente 133^ e 136^), mentre l’unico ragazzo, Ezio Palmieri, si è classificato 139° su 185 – bloccato alla prima diretta da un 15-13 -.

Per la spada maschile hanno partecipato Federico Retez della Capo d’Armi Scherma CEANS (220° su 381) e Andrea Flocco della Platania Scherma (233°). Quest’ultimo si è ritrovato in girone Gaetano Bilotta (206°), anima dell’Accademia di Scherma Calabrese ma quest’anno adottato dalle Fiamme Oro a Roma, ed a sua volta qualificatosi nel Lazio. Il tris di spade si è aggiudicato tre vittorie a testa al girone ma si è arrestato alla seconda diretta.

Prestazioni da migliorare per le ragazze: Elide Filice (249^ su 262) dell’Accademia di Scherma Calabrese e Arianna Iriti (261^) della Capo d’Armi Scherma, non hanno fatto abbastanza per superare la fase gironi.

Si segnala infine la folta presenza di arbitri calabresi tra le fila dei convocati con Gianmarco e Vincenzo Costanzo, Luigi Martilotti, Marco Muraca, Pasqualino Romano e Vincenzo Zaccone.

 

Precedente Prima prova Nazionale Cadetti: la spada a Legnano Successivo Finesettimana di alti e bassi per la scherma calabrese.