Reggio Calabria – La scherma per il cambiamento


Si è svolta il 28 maggio al Palacalafiore di Reggio Calabria la manifestazione conclusiva di Fencing for Change: la città dello Stretto si è aggiunta così alle altre città pilota (Bari, Napoli e Palermo) che sulla base di un protocollo d’intesa stipulato tra Ministero della Difesa e Vaticano per la diffusione dei valori sportivi e sociali tra i ragazzi, hanno abbracciato il progetto di portare la scherma nelle scuole primarie e secondarie di primo grado quale disciplina capace di formare la coscienza civile dei più piccoli e veicolare messaggi di rispetto reciproco e integrazione, incidendo particolarmente sulle fasce a rischio sociale.


Presenti alla manifestazione gli oltre 200 ragazzi dei quattro Istituti Comprensivi interessati “Telesio-Montalbetti”, “Cassiodoro – Don Bosco”, “Carducci-Vittorino da Feltre”, “Falcomatà-Archi” che si sono cimentati in tornei amichevoli a squadre miste, i docenti, i genitori, i tecnici delle società schermistiche reggine Scherma Reggio e Accademia della Scherma Reggio Calabria – che hanno sviluppato sinergicamente la parte pratica del progetto –, il Delegato Regionale FIS Calabria Franco Perri e i rappresentanti degli enti promotori, già firmatari dell’accordo che lo scorso dicembre ha ufficializzato l’inizio del percorso: il Col. Giovanni Rossitto Comandante del Comando Militare Esercito “Calabria”, il Presidente della Federazione Italiana Scherma M° Giorgio Scarso, la D.ssa Franca Falduto rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale, Don Nuccio Cannizzaro referente per la Curia Arcivescovile Reggio Calabria/Bova, la Prof.ssa Anna Nucera Assessore all’Istruzione della Città Metropolitana di Reggio Calabria, il Presidente del CONI Calabria Avv. Maurizio Condipodero ed il dott. Antonino Scagliola per il Comitato Paralimpico.
Sono giunti riscontri entusiasti da parte di tutte le autorità presenti, fortemente persuase del fatto che la scherma sia un’opportunità culturale e di formazione della personalità dei giovani, ed è giunto il plauso del Maestro Scarso, complimentatosi per un’organizzazione e partecipazione superiori rispetto a quelle registrate nelle altre città ospiti del progetto. Infine, nel salutare l’atleta reggina Mariachiara Pellicanò dell’Accademia di Scherma Reggio Calabria, vincitrice del titolo nazionale di spada Cat. Bambine al Trofeo Nostini, il Maestro ha approfittato per sottolineare come tutte le realtà del Sud Italia possano raggiungere importanti traguardi attraverso la dedizione e l’impegno costanti, e lo stesso Fencing for Change sarà veicolo di questa virtuosa evoluzione anche nelle prossime edizioni.

Jessica Borrello

 

Precedente Calabria Super a Riccione: Un oro e un argento Successivo Stella al Merito Sportivo per Maria Fedele