Prima prova Gran Prix Kinder+Sport. La spada a Ravenna.

Alla competizione nazionale di spada svoltasi al Pala De Andrè di Ravenna tra il 30 novembre e il 2 dicembre, rivolta alle varie categorie G.P.G., hanno partecipato con i propri atleti anche quattro società calabresi: Accademia della scherma Reggio Calabria, Club Scherma Cosenza, Platania Scherma e Scherma Reggio, riportando alcuni risultati di rilievo.

Mariachiara Pellicanò, ottava classificata tra le Giovanissime

Tra le Giovanissime emerge l’ottavo posto della già campionessa del prestigioso Trofeo Nostini 2018, Mariachiara Pellicanò (Accademia della Scherma RC) che pur stentando ad entrare in gara al girone e concludendo le successive dirette al cardiopalma, mantiene il sangue freddo e si conferma nell’élite. Non certo da meno Elsa Costarella (Scherma Reggio) fiorettista applicatasi alla spada per l’occasione, sconfitta proprio da Pellicanò in un derby reggino per l’accesso negli otto e quindi 14esima, dimostrando un’ottima attitudine per ambe le armi di punta. Sfortunata invece la compagna Karola Cuzzola: l’ottimo inizio al girone – con quattro vittorie -, il salto della prima diretta e la sconfitta per 10-9 alla seconda le fanno guadagnare il 75° posto.Conclude la parentesi Giovanissimi, Alessandro Beneduci del Club Scherma Cosenza che vince un solo assalto al girone, sfiora appena un’altra vittoria, ed esce al primo turno eliminatorio.

Francesco Dodaro, girone della categoria Ragazzi

Il Club Scherma Cosenza tenta l’impresa invece con Francesco Dodaro nella categoria Ragazzi. Il talento cosentino espugna un girone d’acciaio in una gara partecipatissima (176 presenze) e di diretta in diretta conferma la sua 19esima posizione nella classifica iniziale per ranking della gara, consolidando un felice risultato, non troppo lontano da quello ottenuto già lo scorso anno nella stessa occasione (quando arrivò 10°).

Nicoletta Costantino

Per la categoria Allieve partecipano le accademiche Nicoletta Costantino e Ilaria Nucera. Entrambe saltano la prima eliminatoria con le 3 e 2 vittorie rispettive al girone. Mentre Nucera perde l’assalto successivo e si classifica 104esima, Costantino approda al tabellone dei 64 ma non riesce ad avere la meglio su Treglia (Formia) che si classificherà terza. In compenso guadagna il 50° posto.Nella stessa categoria al maschile, Jacopo Vita (Platania Scherma) porta a casa due vittorie al girone ma si ferma alla prima diretta chiudendo 151°.

Alberto Santise con l’Istruttore Marco Perri

Per quanto riguarda i più piccoli, troviamo Alberto Santise (Club Scherma Cosenza) e Gabriele Serpieri (Accademia della Scherma RC) nella categoria Maschietti. Buon girone per Santise che con tre vittorie nette ed altrettanti assalti quasi aggiudicati salta il primo turno eliminatorio (perde poi alla diretta successiva e si classifica 81°). Timido esordio invece per Serpieri che riscatta la sua unica vittoria nella prima fase di gara con l’exploit della prima diretta. Purtroppo, la bassa posizione in classifica provvisoria lo porta al successivo scontro con Sonnessa (Cervia) poi medaglia d’oro della competizione, e lo costringe a fermarsi al 114° posto.

Il prossimo weekend sarà la volta della prima prova del Gran Prix di sciabola a Lucca, e infine toccherà al fioretto a Treviso.

 

Jessica Borrello

Precedente Under 23, Master e Giovani in giro per l’Italia. Costanzo e Martilotti arbitrano ad Algeri. Successivo I lametini della sciabola a Lucca per il Gran Prix Kinder+Sport.