Le Interregionali Assoluti Zona Sud di scena a Reggio Calabria.


Il podio della prova di sciabola femminile

Il Palacalafiore di Reggio Calabria è tornato ad ospitare, dopo dieci anni, una competizione di scherma Interregionale grazie all’impegno organizzativo della Scherma Reggio A.S.D.

Sabato 12 e Domenica 13 gennaio vi si sono svolte infatti le seconde prove di qualificazione Zona Sud di fioretto e sciabola, nonché le prove a squadre di spada serie C2, cui hanno preso parte più di 200 atleti.

La prima giornata, dedicata alle gare di sciabola maschile e femminile e alla spada maschile, ha regalato alla scherma calabrese l’oro della sciabolatrice e già campionessa mondiale Alessandra Lucchino, portacolori del Circolo Scherma Lametino, che dopo un ottimo girone si è aperta la strada senza troppe difficoltà tra le avversarie campane e siciliane e ha staccato di misura le altre compagne di Sala, posizionatesi nella seconda metà della classifica. La vittoria le consentirà l’accesso alla gara Nazionale di Caorle del prossimo Marzo. Nella prova maschile l’unico calabrese, Ezio Palmieri, si fermerà al 37°posto.

Alessandra Lucchino (Circolo Scherma Lametino) prima classificata nella sciabola

Altra grande soddisfazione poi per la spada maschile, con ben due squadre calabresi approdate in semifinale e fautrici di prestazioni meritevoli: i team del Club Scherma Cosenza (composto da Antonio Barilà, Francesco Fusaro, Lorenzo Gaudio e Gustavo Valente) e della Platania Scherma (con Andrea Flocco, Andrea Grandinetti, Raffaele Perri e Federico Retez), dopo essersi scontrati in un girone da 4 quasi tutto calabrese, hanno proseguito su percorsi paralleli fino alle rispettive semifinali con il Posillipo Napoli e il Circolo di Scherma Misuraca, occasioni che si riveleranno fauste per le due squadre campane e che costringeranno i nostri allo scontro diretto per il terzo e quarto posto. Qui, la vittoria del Club Scherma Cosenza per 45-18 (che stravolgerà di netto la sconfitta 45-43 subita al girone), varrà la medaglia di bronzo, anche se irrilevante ai fini dell’accesso alla serie superiore (riservato alle prime due classificate).

Team Cosenza (Fusaro, Gaudio, Valente, Barilà)
Team Platania (Grandinetti, Flocco, Perri, Retez)
Il Team del Club Scherma Cosenza sul terzo gradino del podio

La domenica non si sono registrate prestazioni eccezionali. Le spadiste dell’Accademia della Scherma Reggio Calabria e dell’Accademia di Scherma Calabrese non sono riuscite ad imporsi sulle altre 4 squadre partecipanti; nel fioretto femminile il risultato più positivo è stato di Platania, con la sottoscritta – Jessica Borrello – che ha ottenuto 4 vittorie su 6 al girone ma ha capitolato alla prima diretta classificandosi nona su 19 atlete;

Jessica Borrello – Platania Scherma

nella più partecipata gara maschile invece la prestazione più rilevante è stata quella di Lorenzo Gaudio (Club Scherma Cosenza). Anche lui con 4 vittorie su 6 al girone e stop alla prima diretta, si è classificato 20° su 39.

Lorenzo Gaudio – Club Scherma Cosenza

Jessica Borrello

Precedente Calabria - Bilancio 2018 Successivo Flash sulle prove Nazionali Cadetti e Master