Il 4° Trofeo “Caffè Aiello”

La vittoria nel torneo di fioretto e sciabola

Prendete dei GPG per tutte le società e categorie, assortiteli in squadre miste, fategli scegliere un nome di battaglia e la miscela è pronta.  Accendete poi il fuoco dell’entusiasmo agonistico, del supporto reciproco, dell’amicizia trasversale e il Trofeo “Caffè Aiello” è servito.

Giunto alla sua quarta edizione, l’evento targato Club Scherma Cosenza ha coinvolto quest’anno ben 130 GPG, ritrovatisi la scorsa domenica a Castrolibero per partecipare ad uno dei due tornei a squadre (il primo dedicato alla spada, il secondo al fioretto e alla sciabola) o alla manifestazione promozionale di Prime Lame ed Esordienti. Tra loro anche gli affezionati ospiti del Club Scherma Salerno, già presenti nella passata edizione.

Gli atleti

Ribattezzato – a ragione – la grande festa della scherma calabrese, il Trofeo Aiello è diventato un momento iconico, in cui gli atleti lasciano i colori sociali per vestire quelli delle loro squadre dai nomi improbabili (basti pensare che “Gli Indecisi” si sono aggiudicati il torneo delle armi convenzionali) e la performance passa in secondo piano rispetto alla partecipazione: tutti sono premiati, perché ciascuno contribuisce alla vitalità del movimento schermistico;

Esultanza di squadra
Premiazioni

ma il Trofeo è diventato anche il momento dell’integrazione tra tutti gli “attori” della scherma calabrese: per fronteggiare un’organizzazione sempre più complicata dalla crescita del numero dei partecipanti (e dall’assenza degli arbitri, impegnati al Campionato Assoluti di Palermo*), il Club Scherma Cosenza si è reso catalizzatore di una mobilitazione generale, integrando nel suo staff ragazzi e tecnici delle altre società, e contribuendo a rafforzare il sodalizio sportivo.

Lo Staff

Il valore della cooperazione è stato uno dei temi principali nei ringraziamenti del Presidente del Club Gino Perri e del Delegato Regionale Franco Perri, che hanno tenuto a menzionare le figure che si sono spese a vario titolo nel corso della stagione agonistica; a tal fine è stato assegnato un attestato di riconoscimento al nuovo Tecnico delle armi regionale Sebastiano Iriti e si è colta l’occasione per evidenziare l’impegno delle società premiandone i Campioni Regionali (https://schermacalabria.altervista.org/ecco-i-nuovi-campioni-regionali/).

Il nuovo Tecnico delle armi regionale Sebastiano Iriti

Tutti protagonisti quindi, come singoli, come società, come famiglia schermistica.. Mancavano solo i cubetti di ghiaccio per rendere questo “caffè” perfetto – il caldo esasperante ha sfidato senza tregua i presenti – ma l’effetto energizzante non è mancato e sarà indispensabile in preparazione della prossima stagione.

*AGGIORNAMENTI DA PALERMO – dopo la prestazione di Alessandra Lucchino nella sciabola, è giunto anche il risultato di Giusy Albano (Scherma Reggio), 5^ su 11 nella spada non vedenti. Intanto i live streaming della FIS immortalavano gli arbitri calabresi convocati per le prove olimpiche (Gianmarco Costanzo, Vincenzo Costanzo, Luigi Martilotti, Marco Muraca, Vincenzo Zaccone protagonisti delle varie finali di sciabola individuali e a squadre) e paralimpiche (Mattia Angotti), con dietro le quinte il tecnico delle armi Gianluigi Perri!

Jessica Borrello

 

Precedente Lucchino sedicesima ai Campionati Assoluti di Palermo Successivo Martilotti a Budapest