Buone risposte da Ravenna e Forlì

Tra il 15 e il 17 Novembre, la città di Ravenna ha ospitato la “1^ Prova Nazionale Giovani” alle sei armi, in cui hanno partecipato gli spadisti Alessandra Villa dell’Accademia della Scherma RC e il cadetto qualificato Antonio Barilà del Club Scherma Cosenza. Alessandra ha disputato un buon girone con tre vittorie, non riuscendo però ad andare oltre il primo assalto a quindici.
La prestazione le ha fatto ottenere la 165^ posizione (su 268).
Avventura meno positiva per Antonio, che con una sola vittoria al girone ed altre due sfiorate non ha conquistato il pass per le dirette, fermandosi in 270^ posizione. Tuttavia, essendo cadetto secondo anno, la partecipazione è stata comunque importante per la sua crescita.
Nel fine settimana a cavallo tra novembre e dicembre, al PalaUnieuro di Forlì sono stati disputati i primi Campionati Italiani della stagione per la Categoria Under23 (17-22 anni).
Presenti  Andrea Flocco ed Andrea Grandinetti rappresentanti del Platania Scherma – entrambi per la spada ed il secondo anche per il fioretto -, e la spadista Maria Grazia Tedeschi del Club Scherma Cosenza.
Nella spada maschile bella prestazione di Andrea Flocco: dopo un’abile gestione del girone con tanto di skip del primo scontro eliminatorio, ha perso la seconda diretta classificandosi 95° su 227 atleti. Nella spada femminile buona prestazione al girone anche per Maria Grazia Tedeschi, 103^ su 173, che con tre vittorie ha avuto accesso alla fase diretta, perdendo purtroppo di una sola stoccata l’ingresso nel tabellone successivo.
 
Non altrettanto bene Andrea Grandinetti eliminato al girone con una sola vittoria (sarà 201°) e out anche nel fioretto (115°).
Tuttavia, mentre per Flocco e Tedeschi si trattava dell’ultimo anno Under23, Grandinetti avrà ancora altri cinque anni per mettersi in luce in questa competizione.
L’atleta calabrese Gaetano Bilotta tesserato Fiamme Oro si è classificato 104°, disputando una gara buona come Flocco.
La partecipazione alla prova ha una buona valenza per il ranking assoluto infatti i ragazzi hanno migliorato la loro classifica.

Inoltre, si evidenziano le avventure fuoriporta dei nostri arbitri: a Forlì Martilotti, Muraca, Zaccone e Stella hanno ben figurato dirigendo gli atti conclusivi delle prove di sciabola, mentre qualche settimana prima Mattia Angotti è stato presente ad Amsterdam per la prova Paralimpica di Coppa del Mondo.
Precedente Cordoglio per la famiglia di Jacopo Vita Successivo La sciabola lametina in evidenza a Lucca